Archivio per parola chiave: indagini

Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città

La graduatoria delle città alla ricerca di una mobilità più sostenibile è contenuta nel decimo Rapporto, elaborato da Euromobility con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il Rapporto segnala che torna ad aumentare del +0,1% il tasso di motorizzazione nelle principali 50 città italiane anche se aumenta il numero di veicoli a basso impatto (l’8,6% del parco nazionale circolante) e quelli ibridi ed elettrici che aumentano del 37,6%.

Titolo: Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città
Autore: Euromobility
Anno di pubblicazione:

Pagine: 53
Lingua: Italiano
Dimensioni: 1.48 MB

Scarica il documento
Pubblicato in Documenti, Mobilità sostenibile, Territorio e trasporti | Parole chiave: , , , | Commenti disabilitati su Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città

La Sharing Mobility in Italia: numeri, fatti e potenzialità

sharing-mobilityDal primo Rapporto nazionale sulla sharing mobility, pubblicato dall'Osservatorio sharing mobility, emerge la velocità della crescita e dell'utilizzo di questa nuova modalità che conta 700mila italiani che usano auto condivise e il bike sharing nazionale, primo
in Europa per estensione.
Tra il 2013 e il 2015 in Italia  il numero di veicoli condivisi è quadruplicato, mentre il numero degli iscritti e dei noleggi è cresciuto rispettivamente di 12 e 30 volte grazie all'ingresso di grandi operatori come Car2go ed Enjoy che utilizzano la modalità free floating. Dei 5.764 veicoli in car sharing censiti nel luglio scorso, il 34% è a Milano che conta 370 mila iscritti, seguono Roma con il 26% dei veicoli e 220 mila utenti, Torino con il 16% dei veicoli e Firenze con l'11%. Nel 2015 sono stati effettuati complessivamente 6,5 milioni di noleggi con una percorrenza complessiva di 50 milioni di chilometri.
Il bike sharing invece funziona molto bene a Torino, Milano, Brescia, Bergamo, Siena e Pisa. Ogni 10 chilometri quadrati a Parigi si trovano 300 bici, a Milano 260, a Torino 70. Dal punto di vista dei noleggi mensili guida la classifica Torino (90), seguita da Brescia (76), Bergano (66), Milano (56).
Continua

Pubblicato in Notizie | Parole chiave: , , , , , | Commenti disabilitati su La Sharing Mobility in Italia: numeri, fatti e potenzialità

Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti 2014-2015

Il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture ha pubblicato l'annuario CNIT relativo agli anni 2014-2015. Il documento fornisce un quadro statistico oggettivo del Paese per i settori di competenza e di rilevante interesse per il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Le statistiche mettono in evidenza come i settori delle costruzioni e del traffico merci, fondamentali volani di sviluppo e crescita del Paese, abbiano continuato a risentire, negli ultimi anni, degli effetti della negativa congiuntura economica nazionale ed internazionale.

Titolo: Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti 2014-2015
Autore: Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture
Anno di pubblicazione: 2016

Pagine: 490
Lingua: Italiano
Dimensioni: 5.13 MB

Scarica il documento
Pubblicato in Documenti, Territorio e trasporti | Parole chiave: , , , , | Commenti disabilitati su Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti 2014-2015

ISPRA 2015 – Trasporti e Mobilità

ISPRA fornisce una visione dettagliata del settore dei trasporti attraverso una serie di indicatori statistici per l'anno 2014 e 2015. Vengono analizzati il parco veicoli sia dal punto di vista privato che del trasporto pubblico locale e gli incidenti. Altri ambiti analizzati sono le piste ciclabili e i nuovi sistemi di mobilità quali car e bike sharing.

Titolo: ISPRA: Trasporti e Mobilità 2015
Autore: ISPRA
Anno di pubblicazione: 2015

Pagine: 172
Lingua: Italiano
Dimensioni: 4.84 MB

Scarica il documento
Pubblicato in Documenti, Politica dei trasporti, Trasporti e sicurezza, Trasporto pubblico locale | Parole chiave: , , , | Commenti disabilitati su ISPRA 2015 – Trasporti e Mobilità

Venezia, Brescia e Torino il podio italiano della mobilità sostenibile

mobilità sostenibileVenezia si aggiudica il titolo di città più "eco-mobile" d'Italia favorita dalla più estesa area pedonale e dal più basso indice di motorizzazione e da un trasporto pubblico che funziona. Sul podio anche quest’anno tutte città del nord, con il secondo posto a Brescia e il terzo a Torino seguite da Parma al quarto e Milano al quinto posto. In fondo alla classifica della mobilità sostenibile Reggio Calabria, Potenza e L’Aquila.
La graduatoria delle città alla ricerca di una mobilità più sostenibile è contenuta nel nono Rapporto "Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città", elaborato da Euromobility con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Pubblicato in Notizie | Parole chiave: , , , | Commenti disabilitati su Venezia, Brescia e Torino il podio italiano della mobilità sostenibile

Road Safety Annual Report 2015

L'IRTAD ha pubblicato il rapporto annuale sulla sicurezza stradale per i paesi appartenenti all'OECD. Il documento fornisce parametri e valutazioni economiche e sociali, oltre a una panoramica delle strategie e delle politiche intraprese per ogni stato. Per l'Italia è presente una diminuzione rilevata al 10% tra 2012 e il 2013 e una diminuzione stimata al 5% per il 2013-2014.

Titolo: Road Safety Annual Report 2015
Autore: IRTAD, OECD, ITF
Anno di pubblicazione:

Pagine: 42
Lingua: Inglese
Dimensioni: 1.45 MB

Scarica il documento
Pubblicato in Documenti, Trasporti e sicurezza | Parole chiave: , | Commenti disabilitati su Road Safety Annual Report 2015

Online il rapporto UE sulla valutazione ex-post della Direttiva 2008/96/CE

Sicurezza stradaleNell'ambito della più ampia valutazione d’impatto della Direttiva 2008/96/CE sulle tecniche di gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali, TRT ha presentato il rapporto finale che ne contiene la valutazione ex-post. Nel suo insieme, la valutazione ha permesso di constatare come la Direttiva abbia promosso un approccio nuovo in tale ambito, avendo incoraggiato un uso generalizzato di queste tecniche in tutti gli Stati membri sulla base di un approccio e di un set minimo di regole comuni applicabili alle reti TEN.
Ciò nonostante, la debolezza principale della Direttiva consiste proprio nel suo limitato ambito di applicazione, ovvero solo le reti TEN e non anche sul resto della rete stradale laddove avviene invece la maggior parte degli incidenti. A tal proposito, lo studio ha permesso di osservare come l’eventuale estensione obbligatoria della Direttiva all’insieme della rete stradale potrebbe consentire una riduzione dell’8% e del 9% rispettivamente dei morti e dei feriti gravi.

Scarica il rapporto

Pubblicato in Notizie | Parole chiave: , , | Commenti disabilitati su Online il rapporto UE sulla valutazione ex-post della Direttiva 2008/96/CE

Road safety in the European Union

Il rapporto descrive la situazione della sicurezza stradale all'interno dell'Unione Europea attraverso l'utilizzo di indicatori statistici. I dati 2014 relativi ai singoli Paesi indicano che il numero delle vittime di incidenti stradali varia sensibilmente all'interno dell’UE.

Titolo: Road safety in the European Union
Autore: European Commission
Anno di pubblicazione: 2015

Pagine: 24
Lingua: Inglese
Dimensioni: 1.18 MB

Scarica il documento
Pubblicato in Documenti, Notizie, Trasporti e sicurezza | Parole chiave: , | Commenti disabilitati su Road safety in the European Union