Archivio per parola chiave: incidenti stradali

ISTAT Incidenti stradali 2015: Tornano a crescere le vittime

incidentePer la prima volta dal 2001 tornano a crescere le vittime di incidenti stradali in Italia. Dai dati ISTAT risulta che nel 2015 sono stati registrati 3.428 decessi, l'1,4% in più rispetto al 2014 e un aumento del 6,4% dei feriti gravi  (quasi 16 mila contro i 15 mila del 2014). In totale, nel 2015 in Italia, si sono verificati 174.539 incidenti con lesioni a persone (-1,4% rispetto al 2014) con una media giornaliera di 478 incidenti stradali giornalieri che hanno provocato 246.920 feriti, oltre ai 3.428 morti già citati.
L'Istituto nazionale di statistica sottolinea come sia rilevante l'incremento della mortalità del 8,6%, per incidenti stradali nei grandi Comuni. L'Istat evidenzia inoltre l'aumento di vittime tra i motociclisti (773, ossia +9,8% rispetto al 2014) e tra i pedoni (602, ovvero +4,1%).  Continua

Pubblicato in Notizie | Parole chiave: , , | Commenti disabilitati su ISTAT Incidenti stradali 2015: Tornano a crescere le vittime

ACI-ISTAT: Rapporto 2014 sugli incidenti stradali

IncidenteIl numero dei morti sulle nostre strade è diminuito solo dello 0,6% a fronte di una flessione del 2,5% dei sinistri e del 2,7% dei feriti. In totale nel 2014 si sono registrati in Italia 177.031 incidenti stradali con lesioni a persone (181.660 nel 2013), che hanno causato 3.381 decessi (3.401 nel 2013) e 251.147 feriti (258.093 nel 2013).
In media, nel 2014, ogni giorno si sono verificati 485 incidenti, sono morte 9 persone e ne sono rimaste ferite 688. Il costo totale dei sinistri stradali nel 2014 ammonta a circa 18 miliardi di euro.
A pesare sul dato italiano soprattutto l’incremento della mortalità stradale all'interno dei centri urbani (+5,4%), dove si concentrano il 75,5% degli incidenti e il 44,5% dei morti.

Leggi Il rapporto 2014 ACI-ISTAT sugli incidenti stradali.

Pubblicato in Documenti, Trasporti e sicurezza | Parole chiave: , , , | Commenti disabilitati su ACI-ISTAT: Rapporto 2014 sugli incidenti stradali

Vision Zero: parola di un pianificatore della sicurezza del traffico

Vision Zero

Fin dal giorno della sua approvazione da parte del Parlamento Svedese nell'ottobre 1997, Vision Zero ha permeato l’approccio nazionale ai trasporti, costringendo i governi a gestire le strade e le vie della nazione con lo scopo principale della prevenzione degli incidenti gravi e mortali.
Questa rappresenta una visione radicale che ha reso la Svezia un leader nel campo della sicurezza stradale passando da sette incidenti mortali ogni 100 mila persone a meno di tre, nonostante un considerevole aumento dei flussi di traffico.
Intervista a Matts-Åke Beli, pianificatore della sicurezza del traffico:
Originale
Italiano 

Pubblicato in Notizie | Parole chiave: , , | Commenti disabilitati su Vision Zero: parola di un pianificatore della sicurezza del traffico